sabato 20 gennaio 2018

PORTO VIRO:CONSIGLIERE CAPANNA"UN ASSEGNO ALLE FAMIGLIE PER FARE SPORT"

PORTO VIRO:IL CONSIGLIERE CAPANNA PROMUOVE “DOTE IN MOVIMENTO”IL PROGETTO DELLA REGIONE VENETO PER INCENTIVARE L'ATTIVITÀ SPORTIVA DEI BAMBINI



Un assegno da 150 euro per iscriversi ad una società sportiva e praticare una disciplina, qualunque essa sia. È quanto prevede il protocollo di intesa tra Regione del Veneto, Assosport (l’associazione dei produttori di articoli sportivi) e Ufficio scolastico regionale per i ragazzini delle scuole primarie del Veneto (6-11 anni) relativo al progetto “Dote In Movimento”, per l’anno scolastico in corso.
Il progetto, elaborato dall’assessore regionale alla scuola Elena Donazzan, d’intesa con quello allo sport Cristiano Corazzari, dà continuità alle iniziative di promozione sportiva in età scolastica, già avviate nelle classi del Veneto da oltre un decennio.
“La pratica di uno sport rappresenta una straordinaria occasione educativa, formativa e di integrazione sociale oltre che un investimento per il benessere e la salute delle nuove generazioni – afferma Michele Capanna, consigliere comunale delegato allo sport di Porto Viro - Una recente indagine del Ministero della Salute ha evidenziato che solo un terzo dei bambini pratica regolarmente una attività sportiva e solo 1 su 4 va regolarmente a scuola a piedi o in bicicletta o svolge giochi di movimento all’aria aperta. La stessa fonte indica che i bambini obesi e in sovrappeso, che spesso non praticano un'adeguata attività sportiva, sono stati rispettivamente nel 2016 il 9,3 e il 21,3%. L'obesità nei bambini si associa a precoce insorgenza di malattie tipiche degli adulti ed è la principale responsabile dell'ipertensione giovanile.”
“Sulla base di questi presupposti la Regione Veneto ha elaborato un protocollo d'intesa con Assosport e Ufficio Scolastico Regionale per incentivare l'attività sportiva dei ragazzini delle scuole primarie del Veneto (6-11 anni), per l’anno scolastico in corso.”
Il bando per accedere ai buoni sportivi che permetteranno ai vincitori di praticare gratuitamente uno sport presso una delle società che hanno aderito al progetto è aperto sino al 31 gennaio. Vi possono partecipare tutte le famiglie residenti in Veneto con redditi Isee fino a 30 mila euro (40 mila nel caso di studenti disabili). L’iniziativa è finanziata da Regione Veneto (65 mila euro) e da Assosport, (35 mila euro).
“Le famiglie a basso reddito potranno così usufruire di un bonus per iscrivere i loro figli ad una delle oltre 400 società sportive aderenti al Coni che sono partner del progetto. Grazie a questa iniziativa si renderà lo sport una pratica più accessibile per molti bambini, favorendone la frequenza in orario extrascolastico.”
“Mi preme comunicare questa notizia attraverso la stampa perché chi è interessato deve affrettarsi a presentare la domanda, visti i termini della scadenza. Per fare ciò bisogna collegarsi al sito www.doteinmovimento.com dove si troveranno tutte le informazioni sul progetto e sulle modalità di presentazione delle domande di richiesta dei contributi. Nel sito si trova anche l’elenco delle società sportive aderenti della nostra provincia.”


MICHELE CAPANNA
CONSIGLIERE COMUNALE DELEGATO ALLO SPORT

ROSOLINA:"UN CUORE DA CAVALIERE" DONA AI MEDICI VOLONTARI DELLA CLINICA PEDIATRICA DELL'OSPEDALE DI PD

ROSOLINA:L’ASSOCIAZIONE “ UN CUORE DA CAVALIERE” CONSEGNA UN ASSEGNO ALL’ ASSOCIAZIONE UNITI PER CRESCERE ONLUS  ” .SODALIZIO COMPOSTO DA MEDICI  CHE OPERANO  ALL’INTERNO DELLA CLINICA PEDIATRICA DELL’OSPEDALE DI PADOVA
 ROSOLINA – L’associazione di Volontariato “Un Cuore da Cavaliere” ha consegnato nella giornata del 20 Gennaio, all’associazione “uniti per crescere”Onlus, l’assegno dei fondi,  raccolti dal 1 dicembre 2017 al 18 Gennaio 2018. La  consegna è avvenuta nella sede della Onlus,(in via San Micheli a Padova) alla presenza del direttivo, dei medici e dei collaboratori che fanno parte del reparto di pediatria dell’Ospedale di Padova. A ritirare la donazione il presidente del sodalizio e responsabile del gruppo di lavoro che opera all’interno dell’Ospedale,  Giorgio Perilongo, direttore della clinica pediatrica e direttore dipartimento salute donna e bambino clinica pediatrica dell’azienda ospedaliera di Padova.
 “ Sono contento che quest’anno assieme a tutti i soci, siamo riusciti ad organizzare una raccolta fondi finalizzata ad aiutare  un gruppo di volontari specialisti e medici dell’ospedale di Padova della Onlus Uniti per Crescere- ha detto il vice presidente poliziotto veneziano coordinatore della manifestazione Fabrizio Berton-.  Ringrazio i medici che si prendono cura dei bambini, soprattutto di quelli che si dedicano ai bambini con patologie cosi particolari e delicate come quelli seguiti dal dottor Perilongo e il suo staff. Una vera e propria mission”




“ Voglio ringraziare di cuore a nome di tutto il direttivo quelle persone che hanno permesso la raccolta di fondi durante le iniziative sociali permettendo la donazione a favore dell’ Associazione Uniti per Crescere che vi elenco di seguito: Ing. Nicola Amenduni Pres. Acciaierie Valbruna (VI), Cristian Farabotin Pres. Cooperativa Pescatori Eridania Porto Viro (RO), Gabriele Masiol Trattoria da Lele Murano (VE), Gabriella Ballin Calzaturificio Ballin Fiesso d’Artico (VE), Scultore Livio Seguso Murano (VE), Prof.ssa Maria Grazia Del Zenero Istituto Comprensivo Statale Albignasego (PD), direzione Hotel Saturnia (VE) e personale, Vetreria Artistica Gino Mazzuccato Murano (VE), I.P.A. Federazione Internazionale Polizia Esecutivo Venezia, Comitato Organizzatore Torneo calcio “A. Albanese” Polizia di Stato Venezia, Pres. Consorzio Friendly Venice WaterTaxi Andrea Padoan in rappresentanza dei taxisti di Venezia, Gianluca Seguso Vetri D’Arte Murano (VE) che ha donato alla Nostra Associazione le Oselle in vetro di Murano col nostro logo e tutti gli amici e soci che ci hanno dato una mano a raggiungere questi stupendi traguardi”.

venerdì 19 gennaio 2018

PORTO VIRO:LEZIONE DI CYBERBULLISMO PER GLI ALUNNI DEL COLOMBO.TRA GLI ESPERTI IL GIUDICE CARLO NEGRI


PORTO VIRO:A LEZIONE DI CYBERBULLISMO PER GLI ALUNNI DEL COLOMBO

PORTO VIRO: Inizierà alle ore 10 del 20 gennaio in sala Eracle, il primo dei quattro incontri previsti sul tema del cyberbullismo . Un progetto rivolto ai ragazzi dell'istituto superiore C.Colombo di Porto Viro, organizzato dall'azione sinergica con la dirigenza scolastica, l'associazione nazionale carabinieri presieduta da Gianfranco Bressan e il patrocinio del comune  Polesano. A relazionare il maggiore del reparto operativo dei carabinieri di Rovigo Umberto Carpin che ai ragazzi farà esempi di quelle che, secondo i ragazzi, sono semplici cavolate, ma che in realtà sono reati perseguibili. Il rappresentante della legge si concentrerà sulla frequente non consapevolezza del web; La psicologa  Silvia Tessarin, attraverso film e slide parlerà delle conseguenze psicologiche delle persone che hanno subito il cyberbullismo; l'avvocato  Giuseppe Tessarin si concentrerà sull'aspetto legale e a chiudere la mattinata ci sarà il giudice  del tribunale di Ferrara Carlo Negri che porterà esempi di sentenze in merito al cyberbullismo e all'uso illegale del web.

PORTO VIRO:BONAFE'(FI).FORZA ITALIA IN CONSIGLIO E' RAPPRESENTATA DA GEREMIA GENNARI


La cattiva gestione di Forza Italia non è più tollerabile




“Credo sia arrivato il momento di infrangere il silenzio”. Così esordisce Enrico Bonafè, coordinatore comunale di Forza Italia a Porto Viro. “Non c’è più una logica, una linea, un minimo di cultura politica nei vertici che ci hanno imposto, e che giocoforza non conoscono praticamente niente del territorio. Soprattutto le persone che scelgono. L’immagine che Forza Italia sta dando in provincia di Rovigo è di una frammentarietà assoluta e forse irreparabile. Rovigo, Adria e Porto Viro sono le prime tre città caratterizzate da gruppi contrapposti di forzisti, le cui lagnanze, invece di essere ascoltate e assecondate, vengono ignorate e lasciate che si infiammino. Col rischio, altissimo per Adria, un po’ meno per Rovigo, senza escludere Porto Viro, di ritornare al voto anzitempo. A che cosa deve portare questo comportamento? È una decisione presa per affossare definitivamente Forza Italia in Polesine? Se così fosse, almeno preferirei che fossero dei veri forzisti a distruggere il partito, magari con qualche ragione concreta, e non gente proveniente da altre formazioni. La prima di una lunga serie di rimostranze che faccio è a proposito della dichiarazione del commissario Piergiorgio Cortellazzo secondo cui, a Porto Viro, Forza Italia sarebbe rappresentata dal vice sindaco Doriano Mancin. In verità è l’esatto opposto. E ora ne spiego i motivi. All’attuale vice sindaco, all’indomani della sconfitta elettorale del 2014, era stato proposto di iscriversi a Forza Italia da Mauro Mainardi, allora consigliere regionale. Cosa che Mancin escluse categoricamente, in quanto lui “deve” apparire con l’immagine di un civico che piace a tutti. Senonché, dopo varie insistenze e le forti pressioni di Mainardi, il sottoscritto strappò a Mancin la promessa dell’iscrizione a Forza Italia per fare un’opposizione più compatta. Cosa che avvenne in seguito. Si arriva quindi alle regionali, quando il senatore Bartolomeo Amidei, allora coordinatore provinciale del partito, chiese a Mancin di appoggiare i candidati di Forza Italia, come logico. Non l’avesse mai fatto: nel corso di un aperitivo in un noto locale portovirese, Mancin disse di non voler appoggiare nessuno di Forza Italia perché non tollerava la candidatura di Isi Coppola nelle file del nostro partito. Quindi, nascosto dietro un dito, fece campagna a tutti, Pd compreso, fuorché a Forza Italia. Dulcis in fundo, le amministrative scorse. Ben convinto che da civico avrebbe preso più voti si è dichiarato tacitamente fuori dal partito azzurro. Il fatto strano è che mentre sedeva in minoranza era capogruppo di Forza Italia insieme a Roberto Luppi, ma una volta candidato, si è assicurato un posto da civico lasciando a Luppi il simbolo e con esso il cerino in mano. Infine, nonostante le dichiarazioni del commissario Cortellazzo, Mancin, come suo solito, tiene la testa dentro la sabbia credendo di essere nascosto, e non dichiara apertamente di essere lui a rappresentare Forza Italia in consiglio e a Porto Viro. Vengo allora alle domande: Cortellazzo, credi forse che Mancin correrà per Forza Italia alle politiche? Secondo te, perché non si dichiara? Forse perché serve troppo coraggio? O forse per stare comodo, sulla poltrona? Abbiamo però una certezza: un rappresentante di Forza Italia c’è in consiglio, anche se in minoranza, dacché ho saputo che il consigliere Geremia Gennari avrebbe da poco rinnovato la tessera.




ARIANO POLESINE:ARTIGIANO CADE DA UNA SCALA DI 2,5 METRI E BATTE IL CAPO.L'UOMO E' IN CONDIZIONI CRITICHE



 Polesine:Alle 10.30 di stamani un artigiano 67enne del luogo, mentre svolgeva dei lavori di manutenzione elettrica   è caduto dalla scala di 2,5 metri sbattendo violentemente il capo  al suolo. L'uomo , subito soccorso, è stato trasportato con l'elicottero all'ospedale di Padova e ricoverato in prognosi riservata. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Taglio di Po e il  personale Spisal 

SPORT@SCUOLA:APERTE LE CANDIDATURE DI NEOLAUREATI PER L'AVVIO DEL PROGETTO


PRONTA LA NUOVA EDIZIONE DI  “SPORT @ SCUOLA”,  PROGETTO SOSTENUTO DALLA FONDAZIONE CARIPARO. PORTE APERTE AI LAUREATI IN SCIENZE MOTORIE




E’ in rampa di lancio la nuova edizione di “Sport @ Scuola”, consolidato progetto inserito nel bando “Sportivamente” della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. In cabina di regia il Coni Point di Rovigo, che anche quest’anno si occuperà della gestione diretta dell’iniziativa, finalizzata a garantire interventi a sostegno dell’attività motoria nelle scuole primarie della provincia di Padova e Rovigo.



Lo scorso anno “Sport @ Scuola” si è chiuso con numeri molto importanti. Nelle due finestre, primaverile e autunnale, sono stati coinvolti 67 i plessi scolastici polesani, oltre 500 le classi, per un monte complessivo di ore di educazione motoria superiore a 4.500.  Una squadra di 35 esperti laureati in Scienze motorie ha consentito di incrementare la qualità dell’attività fisica proposta nelle scuole primarie del territorio.



Anche questa nuova edizione è destinata alle scuole elementari, dalle classi prime alle quinte. Come negli scorsi anni, l’Ufficio scolastico provinciale, che con il Coni Point di Rovigo si occupa della pianificazione del progetto, è stato invaso dalle domande provenienti dagli istituti scolastici della provincia. Al momento sono 350 le classi che si sono dette pronte a ospitare gli esperti di educazione motoria reclutati dal Coni Point, ma altre potrebbero aggiungersi prima della data di inizio del progetto, fissata al 19 febbraio 2018. In ogni classe saranno proposte 12 lezioni spalmate in altrettante settimane (un’ora a settimana).



Considerato l’ampio calendario di lezioni da completare, il Coni Point di Rovigo mantiene aperte le proprie porte a tutti i laureati in Scienze motorie interessati a partecipare all’edizione 2018 di “Sport @ Scuola”. Il titolo di studio universitario è requisito indispensabile per entrare nella grande squadra a cinque cerchi; non serve, invece, un’esperienza precedente nel settore scolastico-educativo, anzi il progetto ben si adatta a chi, uscito dall’università, intende muovere i primi passi nel mondo del lavoro. Per candidarsi è sufficiente contattare il Coni Point Rovigo scrivendo a rovigo@coni.it o chiamando lo 042522908 (orario 9-13.30).






giovedì 18 gennaio 2018

ROSOLINA MARE: LA STAGIONE AGONISTICA DEL MOTOCROSS ITALIANO PARTIRÀ DAL LIDO TURISTICO

Parte da Rosolina Mare la stagione agonistica 2018 del motocross italiano. Inizierà il 25 febbraio con la prima tappa del Supermarecross nel lido turistico deltino: ad organizzarla FXAction in sinergia con il  motoclub Rosolina mare

È stata presentata ufficialmente sabato 13 gennaio la stagione agonistica 2018 del motocross italiano. Come da tradizione, il coordinatore motocross FMI Andrea Barbieri ha dato appuntamento ai delegati dei motoclub a Bologna, per annunciare le novità regolamentari e dare occasione agli addetti ai lavori di coordinarsi sui dettagli organizzativi.

Sarà ancora una stagione densa di appuntamenti targati FXAction, che conferma la gestione dei campionati italiani motocross, quadcross e sidecarcross. Ventisette weekend di gare in giro su e giù per lo Stivale, per dare pieno sfogo alla passione e alle ambizioni di ciascun pilota.

In ordine cronologico, il primo a prendere il via sarà il campionato Supermarecross, come sempre protagonista sulla sabbia dei litorali più affascinanti d’Italia. Si parte il 25 febbraio a Rosolina Mare, per poi spostarsi a Fregene il 18 marzo e a Francavilla il 25 aprile. Il trittico conclusivo è tutto al Sud: 1 maggio a Policoro, 21 ottobre a Marina di Gioiosa Ionica e 28 ottobre a Giardini Naxos.

In osservanza al nuovo ranking di classificazione dei piloti introdotto dalla Federazione Motociclistica Italiana a partire dalla stagione 2018, i campionati italiani motocross saranno impostati per assecondare il diverso livello dei corridori.

Torneo “di punta” della stagione FX Action sarà il campionato Prestige, riservato ai piloti inseriti nelle categorie Elite e Fast, cioè dalla posizione n.1 alla numero 600 del ranking nazionale. Come ormai d’abitudine, tutte le gare saranno trasmesse in diretta tv e vedranno la partecipazione dei nomi di maggior spicco del motocross italiano e non solo. I campioni in carica Alessandro Lupino e Michele Cervellin difenderanno il loro primato dagli assalti degli altri azzurri e di numerosi ospiti stranieri di grande livello nelle sette gare in programma: 11 marzo Arco di Trento, 22 aprile Ponte a Egola, 6 maggio Savignano sul Panaro, 27 maggio Castiglione del Lago, 24 giugno Castellarano, 9 settembre Malpensa, 23 settembre Città di Castello.

Per i piloti delle categorie Expert e Rider (dal n.601 al n.1800 del ranking) ci sarà l’apposito campionato MX1-MX2, concepito per permettere anche ai meno esperti di cimentarsi in competizioni nazionali, senza il rischio di trovarsi a competere a livelli troppo superiori al loro. Quattro le prove in calendario: 15 aprile a Cingoli, 3 giugno a Faenza, 9 settembre a Borgo Santa Rita, 16 settembre a Cremona.
Nelle date del campionato MX1-MX2 sarà possibile vedere in azione anche i piloti dei campionati nazionali quadcross e sidecarcross, due discipline piene di fascino e sempre molto spettacolari. Per quanto riguarda gli ATV, sono in programma due gare aggiuntive esclusivamente riservate a loro: in Piemonte (pista ancora da assegnare) l’8 luglio e a Montopoli di Sabina il 7 ottobre.

Confermatissimo anche il campionato riservato ai “senatori” del motocross italiano: Veteran (over 40), Super Veteran (over 48) e Master (over 56) si affronteranno in un torneo di sette prove, che parte il 25 marzo a Faenza e prosegue il 22 aprile a Castel San Pietro, 29 aprile a San Severino Marche, 13 maggio a Lesignano de’ Bagni, 10 giugno a Fermo, 1 luglio a Montevarchi e 2 settembre a Gazzane di Preseglie. Queste gare saranno valide anche per il campionato 125 Senior e per il tricolore femminile, che vedrà schierarsi al via anche la regina assoluta della disciplina, la cinque volte iridata Kiara Fontanesi.

Da non dimenticare il grande appuntamento con il Trofeo delle Regioni “Alberto Morresi”, che quest’anno si disputerà il 14 ottobre all’autodromo di Franciacorta, di ritorno nelle competizioni del tassello dopo il Motocross delle Nazioni del 2009. FXAction sta lavorando alacremente per migliorare ancora di più la già ottima riuscita dell’edizione 2017 a Cavallara e in cantiere ci sono delle novità veramente eccezionali, che saranno rese note nei prossimi giorni.